6.5 Esempio 5

<< Click to Display Table of Contents >>

Navigation:  6 Esempi di validazione e di prova >

6.5 Esempio 5

ESEMPIO5_VISTA

 

Si tratta della modellazione delle pareti di cantinato che si innestano sulle travi di fondazione tra un pilastro e l'altro.

Per semplicità tali pareti vengono rappresentate come sempli nodi intermedi ai pilastri a cui viene attribuita una sezione definita come "pannello di taglio"  nell'archivio sezioni pilastri.

Pareti e pannelli di taglio, come tutte le sezioni dei pilastri, non conferiscono al modello strutturale alcuna connotazione in termini di rigidezza o di resistenza ma hanno una funzione indicativa delle sole loro dimensioni in pianta (ai finid del dimensionamento dei conci rigidi delle travi o del perimetro critico a taglio nelle platee).

E' del tutto evidente che la presenza di tali pareti rende la deformazione (ed i corrispondenti sforzi) delle travi di fondazione alla winkler completamente diversa da quella ottenibile ignorando la presenza di tali pareti.

Si devono, pertanto, collegare più rigidamente tra loro tutti i nodi interessati dalle pareti mediante aste fittizie che abbiano una rigidezza flessionale paragonabile a quella delle pareti, A tal fine viene creata una sezione generica per dati (denominata 'LINK' nell'esempio) avente rigidezza Jz = 107.000.000 cm4  (pari circa a quella della parete 30x3503/12). Con questa sezione vengono generate altre 4 travi che si sovrappongono a quelle di winkler già assegnate.  Il peso proprio delle pareti ed i carichi permamenti trasmessi dalle pareti vanno assegnati direttamente alle effettive travi di fondazione alla winkler.

Per evitare la generazione automatica dei conci rigidi delle travi in corrispondenza dei pilastri è opportuno deselezionare, nella finestra dei Dati Generali l'apposita casella "Generazione automatica conci rigidi".

 

 


Geostru Software © 2022