2.2.11 Carichi rip. generici

<< Click to Display Table of Contents >>

Navigation:  2  Ambiente di lavoro > 2.2  Menu principali >

2.2.11 Carichi rip. generici

2.2.11_Carichi_rip._generici_tablebg33044484

 

Solo per le condizioni di carico non nodali (e non per le combinazioni nodali), ed in corrispondenza della condizione di carico corrente, è possibile assegnare ad una trave carichi ripartiti uniformi o variabili linearmente applicati anche su un tratto limitato dell'asse della trave selezionando questa scheda e digitando i dati in tabella anche dopo aver evidenziato la trave col mouse nella finestra grafica.

 

Rif. Generale: selezionando questa casella i carichi ripartiti successivamente intodotti vengono riferiti agli assi X, Y, Z generali di riferimento. Lasciando deselezionata questa casella (condizione di default) i carichi vengono riferiti agli assi locali x, y, z dell'asta (sia trave che pilastro o parete).  

 

Tipo Asta:  riferimento alle sole travi di fondazione (non modificabile)

 

Piano Asta: può essere solo il piano di fondazione (non modificabile)

 

Numero Asta: va digitato il numero d'ordine dell'asta (visualizzato nelle finestre grafiche)

 

x iniz. carico / x fine carico  cm:  vanno indicate le ascisse iniziale e finale del tratto di trave interessato dal carico ripartito

 

qx ini. qy ini. qz ini. qtorc ini.  kN/m: sono le intensità nella sezione iniziale, di ascissa x iniz., di applicazione del carico. Se la casella Car.variab. resta deselezionata il carico assegnato viene considerato costante fino all'ascissa x fine carico assegnata.

 

Car. variab.: se questa casella resta deselezionata (default) il carico iniziale assegnato nell'ascissa x iniz. si considera costante fino all'ascissa finale x fine carico. In caso di selezione vanno assegnate le componenti di carico nella sezione di fine carico.

 

qx fin. qy fin. qz fin. qtorc fin.  kN/m: sono le intensità nella sezione finale di ascissa x  fine carico.

 

 


Geostru Software © 2022