2.2.7 Campi Platea

<< Click to Display Table of Contents >>

Navigation:  2  Ambiente di lavoro > 2.2  Menu principali >

2.2.7 Campi Platea

DATI_PLATEA_1

 

I campi di platea (cfr. § 1.8 ) possono avere solo forma quadrilatera convessa (angolo interni sempre inferiori a 180°) e vengono descritti mediante l'assegnazione dei 4 nodi costituenti i vertici del singolo quadrilatero. I vertici vanno indicati nell'ordine con cui si susseguono in senso orario a partire da uno qualsiasi di essi. Si consiglia di non generare i campi attraverso questa tabella bensì tramite l'apposito pulsante presente nella Toolbar DATI_PLATEA_2 che attiva la possibilità di selezionare i 4 nodi mediante mouse. I nodi vanno sempre selezionati in senso orario. Per visualizzare i dati di un campo già assegnato occorre selezionare la scheda dei campi platea quindi cliccare col  mouse in un punto interno al quadrilatero (nella pianta fondazione): verrà evidenziata la riga dei dati del quadrilatero come prima riga della tabella o come riga evidenziata.

I dati da assegnare alle colonne in tabella sono:

 

Attivo: attiva l'input di un nuovo campo di platea. La deselezione cancella tutti i dati presenti nella riga dati del campo.  

 

Nome sezione: casella di scelta tra le varie tipologie di sezioni assegnate nell'Archivio sezioni campi platea (§ 2.2.19) .

 

Ang. X - Arm 1 (°): premesso che sono previste armature superiori ed inferiori disposte solo in due direzioni 1-2 ortogonali tra loro, l'angolo richiesto è quello formato dalla direzione 1 con quella dell'asse generale X di riferimento. Ciò consente al programma di effettuare il progetto delle armature orientate nelle assegnate direzioni in ognuno dei nodi generati dalla discretizzazione dei campi della platea (v. § 1.8). Per ottenere la tavola esecutiva con la disposizione delle armature progettate è necessario che tale angolo sia nullo in tutti i campi della platea e che la platea abbia spessore costante.

 

Nome Nodo I-J-K-L: caselle di scelta dei nodi di vertice del campo ordinati in senso orario.  

 

Carico Pz (daN/m²): carico uniformemente distribuito (positivo verso l'alto) per la condizione di carico corrente (cioè quella che compare nell'apposita casella di scelta dell'applicazione). Nella scheda Fattori di Combinazione in ogni comb. nodale va assegnato un fattore alle singole condizioni di carico. Non sono ammessi carichi distribuiti nelle combinazioni nodali. I carichi concentrati sulla platea sono ammessi solo se applicati nei nodi che definiscono la platea.

 

 


Geostru Software © 2022